fbpx

Category Archives: News

Date test di ammissione ai corsi di laurea in medicina e odontaitria dell’università Vest Vasile Goldis di Arad (Romania)

Category : News

A causa del perdurare dellemergenza sanitaria epidemiologica da COVID-2019, UniversitaEuropa.IT comunica che le date dei test di ammissione ai corsi di laurea in medicina e odontaitria dell’università Vest Vasile Goldis di Arad (Romania), al momento previsti per luglio 2020, potranno subire delle variazioni.

UniversitaEuropa.IT e l’amministratore unico il dott. Gennaro Galasso sono i rappresentanti unici e ufficiali in Italia dell’università Vest Vasile Goldis di Arad ( Romania), questo riconoscimento ci è stato attribuito dall’università dopo tanti anni di collaborazione per l’alta affidabilità del servizio offerto agli studenti. Invitiamo tutti gli interessati all’iscrizione all’università di Vest Vasile Goldis di Arad, la migliore università in Romania, a diffidare di tutti coloro che in Italia propongono i corsi dell’università abusivamente.

Inoltre, al fine di predisporre in anticipo la documentazione per iscriversi ai test di accesso e per poter conseguire la preparazione necessaria per il superamento degli stessi, invitiamo tutti gli studenti interessati a mettersi in contatto con noi sin da subito; a tal proposito, riassumiamo qui di seguito alcune informazioni essenziali.

Informazioni essenziali per poter accedere ai test di ingresso corsi di laurea medicina e odontoiatria università Vest Vasile Goldis di Arad, Romania

Test di ingresso ai quali è possibile iscriversi per odontoiatria e medicina:

  1. Corso di laurea in odontoiatria in lingua rumena;
  2. Corso di laurea in medicina in lingua rumena o inglese.

Documenti necessari per l’iscrizione al test:

  1. pagelle 5 anni scuole superiori;
  2. diploma di maturità con autentica  e postilla prefettura;
  3. fotocopia Carta identità ;
  4. fotocopia codice fiscale;
  5. 4 foto formato passaporto;
  6. 1 certificato medico sana e robusta costituzione scritto al computer (poichè a volte non è leggibile) con timbro e firma del medico ;
  7. certificato di nascita maternità e paternità;
  8. certificato di lingua in base alla scelta del corso di laurea, ossia inglese o rumeno.

Materie su cui verte il test di ingresso e sulle quali è necessario prepararsi:

  • Biologia;
  • Anatomia.

I test si svolgeranno in Romania.

iscrizioni test università romania romania 2020
iscrizioni test università romania romania 2020

Al momento, i test sono previsti per la fine luglio, ma le date potrebbero subire delle variazioni; UniversitaEuropa.IT, unico rappresentante ufficiale dell’università Vasile Goldis in Italia, comunicherà tempestivamente le date ufficiali su questo sito non appena verranno rese note dall’università.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a compilare il form di contatto: link al form di contatto.


Date test ammissione ai corsi di laurea professioni sanitarie in Romania

Category : News

A causa del perdurare dellemergenza sanitaria epidemiologica da COVID-2019, UniversitaEuropa.IT comunica che le date dei test di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie in Romania, al momento previste per luglio 2020, potranno subire delle variazioni.


Al via i bandi dei concorsi per la scuola 2020

Category : News

Al via i bandi dei concorsi per la scuola 2020 fino a fine Aprile. In questi giorni il MIUR sta attivando i nuovi concorsi per la scuola. In tanti si stanno preparando per per tentare di diventare nuovi docenti. Ancora si attendono i calendari con le date ufficiali. Soprattutto sono attese le pubblicazioni dei nuovi bandi 2020 per la scuola secondaria di I e II grado. L’unica informazione che abbiamo è che i bandi saranno probabilmente presentati in gazzetta ufficiale entro la fine di aprile 2020.

Abilitazioni insegnamento
Abilitazioni insegnamento

A dare queste indicazioni è il Ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone. Anche se si tratta di una notizia molto importante per il settore della scuola e in particolare per il generale interesse dei tanti aspiranti docenti che stanno attendono la pubblicazione dei bandi, resta alta l’allerta per la salute pubblica soprattutto in questa situazione delicata dovuta al Corona Virus. Una situazione che paralizza soprattutto le regioni del centro e nord italia e che in alcuni casi ha già fatto sospendere alcuni concorsi pubblici per paura di nuovi contagi. Nonostante la delicata situazione di emergenza sanitaria del nostro Paese, sono in programma due bandi. Il primo è quello relativo al concorso ordinario che interesserà complessivamente 25 mila docenti. Mentre il secondo è il concorso straordinario, con il quale si vuole stabilizzare ben 24.000 precari. Tra questi rientrerebbero anche coloro che hanno maturato meno di 36 mesi di servizio nelle scuole. Per partecipare al concorso la domanda dovrà essere inviata per via telematica tramite il servizio Istanze Online. I docenti rilasceranno un’autocertificazione, che andrà inserita nei servizi effettuati. Allo stesso modo andranno inserite anche tutte le altre informazioni che saranno richieste dalla piattaforma. Non ci resta che attendere ancora un paio di mesi per l’uscita di quello che si pensa potrebbe essere molto probabilmente uno dei bandi più attesi degli ultimi anni per coloro che aspirano a lavorare nella scuola. A farlo pensare sono i dati. Infatti a queste selezioni saranno previsti 70.000 nuovi ingressi.
Ugualmente è previsto un Concorso Ordinario 2020 anche per la Scuola dell’Infazia e Primaria. Per accedere al concorso i requisiti sono:

Possesso della laurea in Scienze della formazione primaria oppure
titolo di studio conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale;
– Solo per infanzia vale anche il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 al termine dei corsi triennali;
– Si accetta anche un titolo analogo conseguito a l’estero e riconosciuto dal miur.

Per il sostegno invece è necessario essere in possesso, oltre ad uno dei titoli sopra indicati, anche del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito  ai  sensi  della  normativa vigente. Si accede anche con un titolo di specializzazione analogo conseguito all’estero.

Desideri ricevere informazioni sul percorso di abilitazione all’insegnamento in Romania?

Contattaci subito, centinaia di studenti hanno conseguito l’abilitazione con UniversitaEuropa.IT e il nostro personale esperto è disponibile a fornirti tutte le informazioni necessarie gratis e senza impegno: Form dei contatti


Abilitazioni all’insegnamento conseguite in Romania riconosciute anche in Italia

Category : News

Dopo un periodo di discussioni e di sentenze è finalmente finita la lunga diatriba fra il MIUR e gli aspiranti insegnanti che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento in Romania. Infatti il consiglio di stato ha emanato una serie di sentenze che vanno a sancire la validità delle abilitazioni conseguite in Romania.
A dirlo sono i magistrati del Tar del Lazio che, in diverse sentenze, hanno preso in esame come i titoli di studio universitari conseguiti in Italia siano stati riconosciuti dagli organismi competenti  rumeni. Perciò i titoli rispettavano i principi della Comunità Europea sul mutuo riconoscimento dei titoli e delle qualifiche professionali. È questo infatti un riconoscimento necessario del resto anche per la stessa ammissione dei laureati italiani che chiedono di poter frequentare Corsi di Laurea e master in Romania. Esiste perciò una base formale e giuridica, dalla quale non si può prescindere.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio si pronuncia sui ricorsi condanna il MIUR.

Allo stesso modo, proprio grazie alle ordinanze vigenti il MIUR è tenuto al riconoscimento dell’abilitazione all’insegnamento scolastico ottenuta in Romania. 

La Romania è uno Stato comunitario e perciò non sussistono ostacoli al riconoscimento delle richieste di abilitazione all’insegnamento da parte di italiani che abbiano conseguito titolo di laurea, abilitazione o abbiano completato entrambe i percorsi in Romania.
L’accertata inidoneità del programma di insegnamento rumeno consente perciò di ritenere abilitante il percorso di formazione all’insegnamento anche quando questo è stato conseguito all’estero.
Il MIUR, nei mesi scorsi ha provato a portare avanti la propria idea e a fare in  modo che in Italia venissero riconosciute solamente le abilitazioni rumene ma a condizione che il richiedente abbia frequentato anche l’università in Romania. Una condizione che ha trovato l’appoggio da parte dei tribunali amministrativi regionali, i quali hanno in più occasioni respinto i ricorsi presentati da coloro che non hanno ottenuto il riconoscimento del titolo abilitante. Invece, le cose sono cambiate a seguito del decreto monocratico 5732/2019, secondo il quale il Consiglio di Stato accoglie la richiesta di sospensione, presentata da un ricorrente patrocinato dallo Studio Legale Naso&Partners, del provvedimento con cui il Ministero dell’Istruzione ha rigettato la richiesta di riconoscimento dell’abilitazione presa in Romania. Questa sentenza fa si che i dettami del MIUR vadano rivisti e che vengano riconosciute le abilitazioni all’insegnamento ai docenti che abbiano conseguito l’abilitazione in Romania o in qualunque altro Paese dell’Unione Europea. I docenti che volessero esercitare la professione in Italia, possono quindi farsi riconoscere il titolo professionale ai sensi della direttiva della direttiva 2013/55/UE

Abilitazioni insegnamento

Leggi anche il seguente appronfondimento: https://www.orizzontescuola.it/concorsi-e-abilitazioni-in-romania-si-aprono-nuovi-scenari/

Sentenza consiglio di stato:

Desideri avere maggiori informazioni sul percorso di abilitazione all’insegnamento in Romania? Contattaci subito e potrai usufruire della nostra esperienza decennale: Form dei contatti


Scelta dell’Università

Category : News

Sei tra le centinaia di studenti impegnati con la scelta dell’Università?

abilitazione insegnamento estero

La fine delle scuole superiori e l’esame di maturità è una fase di passaggio che accompagna un giovane verso l’età adulta. Il MIUR si occupa di informare i giovani sulle date stabilite per i test d’ingresso per i corsi di laurea ad accesso programmato nazionale.

Tra le facoltà che riscuotono maggiore interesse ci sono quelle legate alle Professioni Sanitarie. A differenza di altri test di ingresso, quello per le professioni Sanitarie ha in comune in tutta Italia solamente la data di svolgimento. La preparazione delle prove invece è gestito dalle singole università. Le future matricole possono fare domanda e iscriversi esclusivamente al test presso l’università alla quale si è interessati ed entro le scadenze specificate dall’ateneo.


Vista la difficoltà di riuscire a superare i test d’ingresso e accedere alle facoltà per le professioni sanitarie in italia, molti studenti italiani trovato maggiori opportunità di successo nelle facoltà in Romania.

iscrizioni test università romania romania 2020

Oggi è possibile laurearsi in Romania che fa parte della Comunità Europea, per cui il titolo è riconosciuto nel nostro Paese e in tutta Europa. La possibilità di studiare all’estero è un’esperienza che per i giovani dell’Europa di oggi e del prossimo futuro è sempre più un successo a livello formativo dei nostri studenti in una realtà globalizzante come quella attuale. A livello professionale, il diritto di stabilimento e di esercizio della professione risulta infatti garantito dall’uniformità dei percorsi formativi con il riconoscimento bilaterale dei titoli di studio tra i Paesi dell’Unione Europea.

Quindi è possibile contattare UniversitaEuropa.IT per conoscere l’iter per l’iscrizione a uno dei seguenti Corsi di Laurea in Romania:

– Medicina,
– Odontoiatria,
– Farmacia,
– Igiene dentale,
– Fisioterapia.


I test d’ingresso si svolgeranno alla fine luglio. Le iscrizioni per poter partecipare si chiuderanno il 30 giugno 2020, ma al fine di preparare tutta la documentazione e per poter seguire la preparazione adeguata offerta e predisposta da UniversitaEuropa.IT conviene attivarsi sin da subito.

Inoltre per i cittadini europei interessati a studiare una delle professioni sanitarie in Romania c’è la possibilità di studiare in lingua inglese o francese. Non è necessario sostenere nessun esame di ammissione. Per questo l’accesso al corso di studio è più semplice che in Italia. Però è importante avere un buon curriculum, che sia ricco e ben preparato. Per questo il nostro ente lavora con esperienza per preparare i suoi studenti e dare loro le migliori possibilità di essere ammessi. Bisogna riflettere bene sull’opportunità che viene data. Infatti, parliamo di studiare per professioni sanitarie a numero chiuso. Facoltà che in Italia hanno pochissimi posti disponibili, mentre in Romania si hanno maggiori possibilità di entrare subito e raggiungere la laurea nei tempi. Allora non aspettare oltre, se sei interessato contattaci subito.

Pagina richiesta informazioni: Form contatti


Sentenza del consiglio di stato: Valido il TFA (abilitazione insegnamento) conseguito in Romania

Category : News

Validi i TFA (abilitazione insegnamento) conseguiti in Romania.

Il 17 febbraio 2020 il consiglio di stato ha messo fine a una diatriba durata 4 anni fra il MIUR e gli aspiranti insegnanti che avevano conseguito l’abilitazione all’insegnamento in Romania: il consiglio di stato ha sentenziato che è valida l’abilitazione conseguita in Romania, per approfondimenti si veda la sentenza: Link sentenza consiglio di stato.

UniversitaEuropa.IT è lieta di comunicare che sono aperti i corsi per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento in Romania (TFA).

Per maggiori informazioni compilare le informazioni nella pagina dei contatti al seguente link: Pagina contatti


Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari riceve ad Arad la laurea Honoris Causa

Category : News

Venerdì 31 gennaio presso la Facoltà di Scienze Umanistiche e Sociali dell’Università Vest “Vasile Goldis” di Arad, in Romania, l’abate di
Montecassino Dom Donato Ogliari ha ricevuto dalla Rettrice Coralia Adina Cotoraci, la laurea Honoris Causa.


Questo premio è stato un riconoscimento che va dunque all’abate di Montecassino per la sua attività svolta sia in ambito ecclesiastico sia in ambito culturale. Inoltre, ha ricordato la stessa Rettrice, questa è stata anche un’occasione per approfondire e consolidare non soltanto i rapporti con l’Abbazia di Montecassino.


La cerimonia di consegna della pergamena di laurea si è svolta presso la sala Ferdinando del comune di Arad alla presenza del sindaco e del prefetto. Dall’Italia c’è stata la partecipazione del sindaco di cassino Enzo Salera seguito dal suo staff e dalla delegazione italiana guidata dal dott. Gennaro Galasso amministratore unico di UniversitaEuropa.IT, rappresentante unico ufficiale in italia dell’Università Occidentale “Vasile Goldiş”, la migliore università in Romania.

La cerimonia di consegna della pergamena è stato un momento di grande emozione per l’arciabate di Montecassino S.E. dom Donato Ogliari. Una giornata molto bella con un momento d’incontro tra la delegazione italiana con il presidente della regione di Arad. Lo stesso ha poi guidato gli ospiti italiani in visita per la città, inclusi i luoghi di cultura piú prestigiosi quali il teatro e la filarmonica.
L’arciabate di Montecassino S.E. dom Donato Ogliari ha poi celebrato la santa messa in latino nella chiesa St. Anthony of Padua di Arad.

Molto importante è stato anche l’incontro tra dom Origliani ed il patriarca ortodosso rumeno Daniele. Si tratta dell’attuale primate della Chiesa ortodossa rumena. Il patriarca ortodosso è in carica dal 2007 e possiede i titoli di arcivescovo di Bucarest, metropolita di Muntenia e Dobrugia. Inoltre è vicario del trono di Cesarea in Cappadocia e patriarca di tutta la Romania. L’incontro, infatti è stato un importante messaggio offerto tra due eccellenze del mondo cattolico e quello ortodosso che rientra anche in un contesto che è quello del dialogo ecumenico. Un segno molto bello da mostrare agli occhi del mondo.
Allo stesso modo, in questa ottica di interscambio culturale e di risorse umane, UniversitaEuropa.IT ha partecipato all’evento della consegna della laurea Honoris Causa all’abate Ogliari. Ma è anche stato un modo per far comprendere l’importanza di tenere aperte le porte agli studenti italiani che vogliono poter scegliere liberamente di sviluppare il proprio talento. Perché in Italia ci sono tanti giovani che hanno voglia di andare all’estero per crescere e per avere nuove opportunità. Anche questo è stato il messaggio lanciato in occasione di questo evento.

Il tutto si è concluso con una serata presso l’hotel continental di Arad dove c’è stata un’esibizione di maschere e canti popolari con costumi tradizionali rumeni.


Laurea honoris Causa a Dom Donato Ogliari ad Arad, Romania

Category : News

Dom Donato Ogliari abate ordinario di Montecassino da ottobre 2014 e segretario della Commissione Episcopale per la liturgia riceverà la laurea Honoris Causa in Romania il 31 gennaio presso la facoltà di Scienze Umanistiche e Sociali dell’università Vest Vasile Goldis.

Presso l’università si svolgerà la cerimonia per il conferimento della laurea all’abate cassinate. Sarà un momento di grande orgoglio per Ogliari e per la città di Cassino rappresentata per l’occasione dal sindaco Enzo Salera.

Parliamo di Dom Donato Ogliari, un uomo che da giovane studia presso l’Istituto missionari della Consolata. Allo stesso modo segue un percorso formativo per diventare sacerdote. Dopo la maturità classica, frequenta per due anni la facoltà di filosofia a Torino. Successivamente, per tre anni studia teologia a Londra dove ottiene il diploma di Master of Arts in scienze religiose e il baccalaureato in teologia. Terminati gli studi inizia la professione presso la Certosa di Pesio nel 1978. Ogliari lavora come sacerdote e membro dei Missionari dell’Istituto della Consolata. Successivamente viene ordinato presbitero. Prosegue gli studi presso la Katholieke Universiteit Leuven dove ottiene il baccalaureato in filosofia e la licenza ed il dottorato in teologia.

Nel 1987 entra nell’abbazia di Praglia, in provincia di Padova, dove inizia a fare esperienze di vita monastica. Dopo un anno all’abbazia della Madonna della Scala di Noci. Nell’abbazia in provincia di Bari, Ogliari ricopre l’incarico di direttore editoriale della rivista “La Scala”, che segue dal 1990 al 2014. Allo stesso modo ricoprirà anche gli incarichi di maestro dei novizi, dal 1993 al 1999 e quello di priore amministratore, dal 2004 al 2006. Una serie di incarichi importanti che lo porteranno nel 2006 ad essere eletto abate della medesima comunità.

Il 23 ottobre 2014 papa Francesco lo nomina abate ordinario di Montecassino. Ogliari diventa così il centonavantaduesimo successore di San Benedetto. Anche se il territorio dell’abbazia di Montecassino è ristretto agli edifici monastici e alle loro dirette pertinenze, come abate, Ogliari succede a Pietro Vittorelli con l’obiettivo di dare a Montecassino nuova vita dopo un periodo di decadenza. Con questa carica emotiva, il nuovo abate si insedia il 22 novembre 2014, nella cattedrale di Santa Maria Assunta e San Benedetto abate. Con le celebrazioni per la sua nomina, Ogliari inizia il suo ministero nell’abbazia di Montecassino. L’abate Ogliari si distingue anche per avere al suo attivo la pubblicazione di alcuni libri e numerosi articoli. Si tratta di testi soprattutto di carattere teologico e spirituale.

Questo evento è stato fortemente voluto e sponsorizzato dal dott. Gennaro Galasso amministratore unico di UniversitaEuropa.IT, rappresentante unico ufficiale in italia dell’Università Occidentale “Vasile Goldiş”, la migliore università in Romania, e dalla rettrice Coralia Adina Cotoraci, la quale ha affermato: “l’università da sempre offre ai giovani una vasta gamma di programmi di studi per tutti i livelli di studi universitari, si è sempre distinta per la sua attenzione nel conferire titoli di merito a personalità che si sono distinte nella diffusione della cultura”.

università vest vasile goldis

Proprio per queste ragioni, l’università “Vasile Goldis” ha scelto di assegnare tale riconoscimento all’abate di Montecassino per le attività svolte in ambito ecclesiastico e culturale.


Lauree professioni sanitarie in Romania

Category : News

Con l’inizio del nuovo anno, Gennaio è sempre il mese della scelta dell’Università per gli studenti delle scuole superiori. Il MIUR si occupa di informare i giovani sulle date stabilite per i test d’ingresso per i corsi di laurea ad accesso programmato nazionale. Tra le richieste d’iscrizione ai test di selezione, l’area di maggiore interesse è quella riferita alle Professioni Sanitarie. Il sito del MIUR chiarisce molte cose sulle modalità di svolgimento della prova d’ingresso. Per le aspiranti matricole non rimane che rimboccarsi le maniche e prepararsi alle prove. A differenza di altri test di ingresso, quello per le professioni Sanitarie ha in comune in tutta Italia solamente la data di svolgimento. Invece il resto verrà gestito dalle singole università. Ogni facoltà è libera di organizzare il proprio test e le domande in modo autonomo. Infatti, alle future matricole è richiesto di fare domanda e iscriversi esclusivamente al test presso l’università alla quale si è interessati ed entro le scadenze specificate dall’ateneo.

isrizione università 2020

Diventare medico è il sogno di tanti giovani. Una passione che può dare grandi soddisfazioni, a patto di saper fare dei sacrifici. Infatti per studiare medicina ci vuole una forte motivazione e bisogna seguire un percorso di studi non sempre facile. La facoltà di Medicina è ricca di tanti esami impegnativi da sostenere su libri di migliaia di pagine, molte ore di laboratorio ed una frequenza assidua.
Allo stesso modo, l’iter per diventare dentista è molto duro. Certamente non è semplice accedere alla facoltà di odontoiatria e arrivare fino alla laurea. Infatti per diventare dentista bisogna intraprendere un percorso che parte con i test d’ingresso a numero chiuso. Una volta superati i test bisogna riuscire a seguire il tirocinio professionalizzante, fino a cercare di superare il tanto agoniato esame di abilitazione. In breve un dentista per essere tale deve avere una laurea in Medicina e Chirurgia o in Odontoiatria e protesi dentaria e specializzato nei problemi della salute orale.
L’igienista dentale fa parte anche lui della categoria delle professioni sanitarie.  Si occupa della prevenzione e della terapia di patologie del cavo orale. Inoltre è importante sapere anche che stiamo parlando di un professionista che non può assolutamente eseguire anestesie, curare carie o fare diagnosi.

Per diventare un fisioterapista ed essere abilitato a l’esercizio della professione, bisogna innanzitutto conseguire il diploma di laurea triennale in Fisioterapia. Siccome, come per tutte le professioni sanitarie si tratta di una facoltà a numero chiuso, i posti a disposizione sono limitati ed elevata è la quantità dei candidati che ogni anno provano a iscriversi al corso di Fisioterapia. Entrarvi non è certamente facile. Anche per Farmacia la prassi è la stessa.
Insomma per studiare in una facoltà di queste, in Italia, è veramente un percorso lungo e difficile.

Le iscrizioni vanno effettuate entro il mese di Febbraio 2020. Inoltre per chi desiderasse un’alternativa alle università italiane c’è la possibilità di studiare in Romania. Infatti, per i cittadini europei interessati a studiare una delle professioni sanitarie in Romania c’è la possibilità di studiare in lingua inglese o francese. Per questo l’accesso al corso di studio è più semplice che in Italia. Però è importante avere un curriculum ricco e ben preparato. Per questo Università Europa lavora con esperienza per preparare i suoi studenti e dare loro grandi possibilità di essere ammessi. Studiare in Romania, inoltre, consente agli studenti italiani di avere un titolo di studio riconosciuto a livello comunitario in tutti i Paesi membri dell’UE.

Vuoi saperne di più?

Contattaci subito: Pagina contatti


Laurea in Farmacia in Romania

Category : News

Molti sono giovani scelgono di conseguire in Romania la Laurea in Farmacia.

laurea in farmacia

Le università della Romania offrono svariate opportunità formative per tanti studenti italiani che ogni anno scelgono di studiare all’estero.
Ogni Facoltà riserva agli studenti provenienti dall’UE un numero determinato di posti a loro riservato. Una volta ammessi, gli studenti sanno che il corso di Laurea in Farmacia ha una durata complessiva di 5 anni e che i CFU (Crediti Formativi Universitari), sono riconosciuti sia in Italia che negli altri Paesi membri dell’UE.
Gli studenti che scelgono di seguire il corso di Laurea in Farmacia in Romania scelgono anche la lingua nella quale vogliono studiare. Infatti è possibile seguire le lezioni e sostenere gli esami in lingua romena, francese o inglese.

Le facoltà rumene dove studiare Farmacia offrono attrezzature multimediali di ultimissima generazione e aule altamente tecnologiche. Inoltre offrono alle matricole un piano di studi ideato per dare allo studente in Farmacia una preparazione sia sul piano teorico che quello della pratica ottimale per svolgere la professione in tutta Europa.

Gli studenti laureati in Farmacia in una facoltà della Romania possono partecipare ai concorsi pubblici qui in Italia. Infatti, per partecipare ad un concorso di norma bisogna essere in possesso di alcuni titoli di studio. Laddove vengano richiesti specifici diplomi di laurea, che magari è il titolo conseguito dal laureato in Romania, in molti casi bisogna valutare l’equipollenza della laurea o l’equiparazione, rispetto a quanto indicato nel bando. A questo proposito ci si può rivolgere al Ministero per l’Università e la Ricerca (MIUR), il quale stabilisce tramite specifici criteri e riferimenti normativi, l’equipollenza e l’equiparazione tra lauree in modo univoco e facilmente consultabile. In questo modo si possono evitare errori ed omissioni. Andando semplicemente sul sito del MIUR è infatti disponibile una sezione specifica, per i titoli accademici italiani, riguardante l’equipollenza della laurea, ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici.
Inoltre, Universitaeuropa.it segue i suoi studenti dalla presa in carico delle domande di ammissione all’università in Romania, fino alla possibilità di ottenere l’equiparazione o l’equipollenza del titolo una volta laureati.

Il corso di studi in Farmacia ha l’obiettivo di preparare i futuri farmacisti sui medicinali e sulle sostanze utilizzate per la loro fabbricazione. Inoltre gli studenti saranno preparati sulle tecnologie farmaceutiche e sul controllo del prodotto. Allo stesso modo è molto importante sapere che le discipline di base del corso di laurea in farmacia sono soprattutto quelle di matematica, fisica, chimica, biologia e medicina. Inoltre è obbligatoria un’esperienza di alcuni mesi di tirocinio presso una farmacia aperta al pubblico o in un ospedale sotto la sorveglianza del servizio farmaceutico ospedaliero.
Una volta ottenuta la laurea in farmacia, si può accedere all’esame di stato per entrare ed iscriversi all’Ordine dei Farmacisti. Ma si può anche scegliere di essere registrati nell’Ordine dei Chimici. A seconda dell’ordine nel quale si sceglie d’iscriversi è bene sapere che ognuno è abilitante all’esercizio della rispettiva professione. Il farmacista, nel nostro caso, è una figura che appartenente all’Ordine e può lavorare come Titolare, Gestore, Direttore o Collaboratore di farmacie private ed erboristerie. Non solo, ma può anche essere Direttore o Collaboratore di farmacie comunali. Ancora, il farmacista può essere impiegato per il Servizio Sanitario Nazionale come farmacista dirigente di I e II livello e lavorare nelle farmacie interne degli ospedali e negli uffici e Servizi farmaceutici pubblici.

Vuoi saperne di più sul corso di laurea in farmacia? Pagina corso di laurea in farmacia

Desideri essere contattato da un nostro espero? Pagina richiesta contatto