Timisoara

Timisoara

Con circa 450 mila abitanti, Timisoara è uno dei più importanti centri industriali della Romania: a testimoniare il forte tessuto industriale della città c’è sicuramente il fatto che fu la prima città europea ad avere lampioni elettrici.

Timisoara è la porta di ingresso sull’occidente e vanta un lungo passato di multiculturalismo cosmopolita: si trova infatti al confine tra l’Ungheria e la Serbia.

Timisoara Oggi è famosa come il luogo di nascita della rivoluzione rumena del 1989 che ha posto fine al regime di Ceausescu.

ovidius

Tutte le varianti del suo nome derivano dal fiume Timi?, che sfocia nel Danubio vicino a Belgrado. Timisoara è una città multiculturale, con influenti minoranze, principalmente tedeschi, magiari, e serbi, ma anche italiani, palestinesi, e greci.

Sul piano delle infrastrutture Timisoara è un importante nodo della più fitta rete ferroviaria della Romania, fatto che le assicura molti collegamenti con le diverse località del Paese.

Timisoara detiene il più ampio numero di edifici storici della Romania, costituito dagli insiemi architettonici urbani dei quartieri Cetate, Iosefin e Fabric. La varietà architettonica, le influenze del barocco viennese e il gran numero di parchi sono valsi a Timisoara il soprannome di “Piccola Vienna” e di “Città dei fiori”.

Alcune delle più importati attrazioni turistiche di Timisoara sono:

  • Piata Maria (Il luogo dove ebbe inizio la Rivoluzione del 1989)
  • Piata Unirii (Piazza dell’Unione)
  • Piata Traian (centro del quartiere storico Fabric)
  • Piata Victoriei (Piazza della Vittoria)
  • Piata Libertatii (Piazza della Libertà)

Tra i Monumenti e gli edifici storici ricordiamo: il Castello Huniazilor che fu costruito tra il 1307 e il 1318 da Carlo I Roberto di Angiò; venne  rifatto e poi ampliato dal voivoda Iancu de Hunedoara nella metà del cinquecento e ristrutturato nel ottocento. Oggi ospita il Museo del Banato con i reparti storia, archeologia, etnografia e scienze naturali.
Il Palazzo Dicasteriale che risale alla metà del ottocento ed è stato costruito in stile rinascimentale: il palazzo è  considerato copia del Palazzo Strozzi di Firenze e  conta 350 camere; il Palazzo Barocco, il Teatro Nazionale, i Bagni Pubblici Neptun, Palazzo Lloyd.

Economia

Dopo la caduta del regime comunista, nonostante il declino di alcuni settori economici tradizionali, sostituiti da attività industriali più moderne, il settore industriale di Timisoara continua ad assicurare più del 3% della produzione industriale nazionale. Caratteristico delle economie di mercato avanzate, il terziario ricopre una percentuale sempre maggiore dell’economia della città.

Negli ultimi anni l’economia di Timisoara ha conosciuto una crescita economica significativa, dovuta agli investimenti stranieri, in modo particolare nel settore dell’high tech. In un articolo del 2005 la rivista francese L’Expansion ha definito Timisoara “vetrina economica della Romania”, riferendosi al gran numero di investimenti stranieri, considerati come una “seconda rivoluzione” che la città sta vivendo.

I capitali stranieri investiti a Timisoara provengono principalmente da Germania, Italia – il suo distretto è detto “l’ottava provincia veneta” per l’alto numero di imprese regionali che qui hanno delocalizzato la produzione – e Stati Uniti. Fra le maggiori industrie presenti si possono citare il produttore di pneumatici Continental, la compagnia americana Solectron (telefonia,elettronica), Draexelmaier (componenti auto per BMW e Audi), Linde Gas (gas industriali), Procter & Gamble (detergenti), Nestlè, Siemens e molte altre.

Documenti necessari per soggiornare in Romania

La Romania è uno stato membro dell’Unione Europea e aderisce all’accordo di Schengen: per entrare nel Paese sono sufficienti la carta d’identità valida per l’espatrio o il passaporto.

Se il periodo di permanenza supera i 90 giorni, è necessario richiedere il permesso di soggiorno all’Autorità per Stranieri romena (http://aps.mai.gov.ro) del Ministero dell’Interno rumeno.

Informazioni utili

Prefisso: 0040

Corrente elettrica: 220 V, frequenza 50 Hz e prese tipo C e F, come in Italia.

Fuso orario:Un’ora in più rispetto all’Italia e due in più quando in Italia vige l’ora solare.

Valuta: La moneta romena è il leu (al plurale lei); nelle operazioni bancarie viene anche chiamato ron.

Numeri utili:

  • Informazioni lista abbonati Romtelecom: 931
  • Ambulanza: 961
  • Ambulanza privata “Plus”: 973
  • Polizia: 955
  • Polizia gendarmeria: 956
  • Polizia stradale: 9544
  • Informazioni orari dei treni: 9521
  • Ambasciata italiana a Bucarest: 021/2315053 – 021/2315054
  • Consolato: 021/2232424
  • Pompieri: 981
  • Telegrammi: 957
  • Informazioni generali: 951
  • Informazioni aereoporto “Baneasa”: 9371
  • Informazioni aereoporto “Otopeni”: 021/2041224

I principali collegamenti dall’Italia

Timisoara dispone dell’Aeroporto Timisoara-Giarmata, il secondo per dimensioni in Romania.

Ricordiamo i principali voli diretti verso Timisoara, in Romania dall’Italia:

  • Catania
  • Roma
  • Bari
  • Milano
  • Venezia
  • Bologna
  • Napoli
  • Torino
  • Verona

Le compagnie principali che operano sulla città di Timisoara in Romania sono: la compagnia romena Carpatair (www.carpatair.ro), Tarom (www.tarom.ro), Lufthansa (www.lufthansa.com), Austrian Airlines (www.austrian.com). Ultimamente sono aumentati anche i voli a basso costo operati dalle compagnie Blue Air (www.blueairweb.com), Wizzair (www.wizzair.com) e easyJet (www.easyjet.com).

Timisoara è servita dall’aeroporto “Traian Vuia”.

Università e College a Timisoara

Lo studio all’ estero è un’esperienza che arricchisce se stessi e le proprie conoscenze; l’apprendimento si estende al mondo, oltre le mura dell’aula. Se si desidera acquisire una conoscenza approfondita dei costumi di un’altra cultura, la gente e la lingua, non c’è altra soluzione se non quella di vivere e studiare in un paese straniero.

Con un ampio ventaglio di offerta  formativa tra College e Università, la Romania  possiede uno tra i migliori sistemi di formazione superiore a livello europeo.

Le università rumene di tipo medico prevedono un accesso diretto alle strutture ospedaliere, un lavoro concreto con i pazienti da subito. Insomma, meno teoria a più pratica.

La formazione universitaria rumena ha vitalità, qualità e diversità e tali caratteristiche permettono di diffondere il suo ruolo di leadership nell’ambito del business, dell’ingegneria, delle scienze e dell’educazione, nelle professioni mediche.

La flessibilità, la varietà e la rilevanza del sistema educativo in Romania attrae ormai da molte decenni studenti da tutte le parti d’Europa creando professionisti inseriti con successo nei contesti lavorativi.

In conformità con la legge rumena e con la Convenzione di Bologna (1999), gli studi universitari rumeni seguono la standardizzazione europea e quindi sono suddivisi in tre livelli:

  • Laurea: Il primo livello universitario rumeno si suddivide a sua volta in due opportunità di studio: studi di breve termine, corsi di tre anni che portano al conseguimento del Diploma de Absolvire , e studi di lungo termine, corsi di 4-6 anni che portano al conseguimento del Certificat de Absolvire o del Diploma de Licenta.
  • Laurea specialistica: corrisponde al nostro Master, vi si può accedere solo avendo conseguito con buoni risultati la laurea di primo livello e si tratta di u percorso di studi di uno o due anni al termine dei quali si ottiene il Diploma de Studii Aprofundate.
  • Dottorato: Si tratta di un periodo variabile a seconda della specializzazione prescelta, durante il quale si lavora ad un progetto di ricerca nella materia in cui si è conseguito il titolo di secondo livello e che porta al conseguimento del Diploma de Doctor în stinte.

A Timisoara gli atenei universitari sono:

Vuoi saperne di più? Compila ora il form dei contatti per ricevere, gratuitamente e senza alcun impegno, tutte le informazioni che desideri!
Form contatti: Contattaci