Category Archives: News

Il Tar boccia il Miur, valide le abilitazioni all’insegnamento conseguite in Romania

Category : News

Per il TAR via libera alle abilitazioni conseguite all’estero.

Dopo la bocciatura del TAR del Lazio al ricorso del MIUR contro il riconoscimento delle abilitazioni conseguite all’estero, gli attestati conseguiti da chi si è rivolto a UniversitaEuropa.IT finalmente saranno  riconosciuti anche in Italia.

19/10/18- L’Ordinanza n. 6288 del 19.10.2018  il TAR del Lazio  (vedi l’ordinanza TAR LAZIO N. 05851_2018 REG.RIC.) apre nuovi scenari sul caso della legittimità delle abilitazioni all’insegnamento. Caso sostenuto dal MIUR contro i certificati rilasciati dal Ministero dell’Educazione di Bucarest.

Il MIUR considerava il certificato “Adeverinta”, infatti, ricco di incongruenze normativo comunitarie tali da renderlo inutile per la convalida dei titoli rilasciati in Romania. Lo stesso, aveva per tali motivi richiesto ulteriori certificazioni a rafforzare i titoli già conseguiti dagli studenti.

La risposta negativa del Ministero dell’Educazione di Bucarest, a rilasciare i certificati suddetti, aveva fatto intendere  l’illegittimità dei citati, ottenuti in Romania dai reclamanti in Italia.

Il ricorso al TAR del Lazio ha aperto nuovi scenari per la soluzione del caso.

Secondo la tesi degli avvocati Domenico Naso e Valerio Lancia ( studio legale Naso & Partners) ,  difensori del caso, l’invalidazione dei certificati è giunta alla sua conclusione.                                                                                                               Conclusione favorevole per i reclamanti, come già accaduto per i riconoscimenti delle abilitazioni spagnole.

La recente ordinanza ministeriale numero 6288 del 19/10/2018 conferma, ribadendola, la validità  dei titoli abilitanti all’insegnamento conseguiti presso gli istituti con noi convenzionati in Romania

La vittoria conseguita ci rende orgogliosi del nostro lavoro e della nostra professionalità che ci contraddistingue x dedizione e passione nella preparazione dei nostri corsisti seguiti passo passo nel loro percorso formativo sia in sede che a distanza. Offriamo infatti tutoraggio a distanza.

In conclusione

Teniamo a ribadire e sottolineare la riconosciuta validità formativa e professionale degli attestati rilasciati dagli istituti con noi convenzionati.

Riepilogando:

  • Riconoscimento dei nostri certificati.
  • Conclusione a favore delle legittimazioni dei certificati ottenuti all’estero.
  • Il riconoscimento degli stessi in

Tutto questo a sfavore di quanto voluto dal MIUR .

  • L’illegittimità dei certificati.
  • La necessità di certificati aggiuntivi.

Sei interessato a conseguire l’abilitazione all’insegnamento o abilitazione al sostegno in Romania?

Contattaci subito

 


abilitazione insegnamento e sostegno

Abilitazione insegnamento e specializzazione sostegno: iscrizioni aperte fino al 30 settembre

Category : News

Si informano tutti gli interessati che le iscrizioni ai corsi di Abilitazione insegnamento e specializzazione sostegno in Romania sono aperte fino al 30 settembre 2018.

 

Maggiori informazioni sui corsi di abilitazione insegnamento /tfa e specializzazione sostegno: http://www.universitaeuropa.it/abilitazione-insegnamento/

Per ulteriori informazioni il nostro personale, con esperienza decennale nell’ambito, è a vostra disposizione gratuitamente, pagina contatti: http://www.universitaeuropa.it/contatti/

 

 


fisioterapia odontoiatria

Ancora pochi giorni e pochi posti disponibili per iscriversi ai corsi di abilitazione insegnamento, specializzazione sostegno e corsi di laurea in odontiatria

Category : News

Ancora pochi giorni e pochi posti disponibili per iscriversi ai corsi di abilitazione insegnamento, specializzazione sostegno e corsi di laurea in odontiatria; c’è tempo fino al 30 giugno.


Fisioterapia e Odontoiatria in Romania: aperte le iscrizioni

Category : News

Sono aperte le iscrizioni ai corsi in Odontoiatria e Fisioterapia in Romania, è possibile iscriversi fino al 30 giugno 2018.

fisioterapia odontoiatria

Per qualsiasi informazione: pagina contatti

 


Corsi Abilitazione insegnamento e sostegno in Romania

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di abilitazione insegnamento e specializzazione nsostegno in Romania; sarà possibile iscriversi entro il 30 Giugno 2018.

Corsi di abilitazione insegnamento e sostegno in Romania

Per informazioni sui corsi di abilitazione insegnamento e sostegno:
http://www.universitaeuropa.it/abilitazione-insegnamento/

Per ulteriori informazioni il nostro personale  con esperienza pluriennale nell’ambito è tua disposizione, contattaci subito: Pagina contatti

 


Abilitazione insegnamento, sostegno, TFA in Europa

Category : News

Le iscrizioni ai corsi per l’Abilitazione all’insegnamento, sostegno, TFA in Europa sono aperte fino al 30 Settembre 2017.

 


Prolungate le iscrizioni corsi di laurea, TFA, master e dottorati A.A.2017-2018

Category : News

Si informano tutti gli studenti interessati che i termini per le iscrizioni ai corsi di laurea, ai TFA, ai master e ai dottorati di ricerca sono stati prolungati.

E’ possibile iscriversi a tutti i i corsi di laurea, laurea magistrale, master e dottorati fino al 20 Luglio 2017, inclusi i corsi di laurea in medicina, odontoiatria, veterinaria, farmacia, biologia, fisioterapia.

Il termine ultimo per le iscrizioni ai TFA (abilitazione insegnamento) e abilitazione sostegno è il 30 Settembre 2017.

Il nostro team di esperti è a vostra disposizione, non esitate a contattarci per qualsiasi informazione: Pagina contatti


Abilitazione all’insegnamento all’estero conviene: dal Miur novità interessanti con le tabelle di valutazione

Category : News

Abilitazione all’insegnamento all’estero conviene: la nuova tabella valutazione titoli del Miur lo dimostra.

Quella che pare essere una sorpresa, in realtà è una notizia che gratifica coloro che hanno deciso di intraprendere e sostenere il percorso di abilitazione all’insegnamento all’estero. Un provvedimento importante e di grande innovazione in fatto di democrazia ed innovazione.

Arriva direttamente dal Miur, che attraverso le nuove tabelle di valutazione dei titoli, ha dimostrato di concedere lo stesso trattamento agli abilitati in paesi esteri, ovvero pari a coloro che invece scelgono di abilitarsi in Italia con step rivisti, riesaminati più e più volte e talvolta appesantiti con inevitabili conseguenze sull’umore e sulle speranze di quanti ambiscono a sedere in cattedra. In realtà tale deliberazione  viene dettata proprio dall’Unione Europea: il Ministero è chiamato ad adeguare la tabella di valutazione al fine di evitare  procedure d’infrazione, o conseguentemente delle sanzioni, da parte dell’Unione Europea.

Abilitazione insegnamento in Romania

Ricordiamo infatti che attualmente e con adesione considerevole da parte dell’utenza, è  possibile seguire all’Estero corsi specifici che permettono di ottenere l’abilitazione all’insegnamento ed anche la specializzazione sul sostegno. Ciò spinge tantissimi aspiranti docenti a tentare tale possibilità, sempre più spesso motivati dal desiderio di conseguire un titolo in realtà e con iter caratterizzati da snellezza burocratica ma di medesima caratura in fatto di preparazione e formazione didattica pedagogica.

Sostanzialmente, per capirne di più, è sufficiente analizzare quanto viene attestato con l’importantissima ed attesissima nuova tabella di valutazione titoli allegata al DM 374 del 1° giugno scorso che riapre le graduatorie di istituto. Quindi i titoli conseguiti all’Estero sono equiparati a quelli conseguiti secondo i percorsi di abilitazione italiani ( Sis, Pas, Tfa) e prevedono il medesimo punteggio.

Nel dettaglio tecnico, alle abilitazioni conseguite all’estero viene assegnato un punteggio pari a:

8 punti: se il titolo manca di un giudizio finale;
4 punti: se il punteggio è inferiore a 60;
5 punti: se il punteggio è compreso tra 60 e 65;
6 punti: se il punteggio è compreso tra 66 e 70;
7 punti: se il punteggio è compreso tra 71 e 75;
8 punti: se il punteggio è compreso tra 76 e 80;
9 punti: se il punteggio è compreso tra 81 e 85;
10 punti: se il punteggio è compreso tra 86 e 90;
11 punti: se il punteggio è compreso tra 91 e 95;
12 punti: se il punteggio è compreso tra 96 e 100.
Gli stessi punteggi sono assegnati per i corsi di abilitazione sostenuti in Italia. Per entrambi poi è prevista una maggiorazione pari a:            S.I.S.S.- 54 punti;                                                TFA- 66 punti;                                                  Laurea in Scienze della formazione primaria (per i docenti della scuola dell’infanzia e primaria)- 72 punti.

Abilitazioni estere: il punteggio assegnato varia a seconda del titolo con il quale sia stato omologato dal MIUR. Ad esempio, se l’abilitazione estera è stata riconosciuta analoga al TFA, il docente otterrà un punteggio pari a 66 punti.

http://www.istruzione.it/graduatoriedistituto/allegati/dm374_17.zip

Un successo ed il riconoscimento di impegno e sacrificio profuso nello studio per quanti hanno scelto un iter di formazione diverso e hanno investito su una realtà di specializzazione di altissimo livello ma che evidenzia la possibilità di abilitarsi con una soluzione più rapida e all’avanguardia. Un diritto che rivoluziona alcune metodologie e tenta di chiudere a pregiudizi pesanti ed opprimenti.

Il conseguimento dell’abilitazione all’Estero viene regolarmente riconosciuto in Italia con l’omologazione del titolo conseguito e vede sempre un numero crescente di candidati attraversare fasi di specializzazione più esili rispetto a quelle previste nel nostro Paese con un notevole alleggerimento di sforzi senza tuttavia intaccare la necessità di una irrinunciabile, adeguata, e ricercata preparazione nel settore in questione con una vasta possibilità di scelta multidisciplinare. Inoltre a fare la differenza anche la possibilità di confrontarsi con culture internazionali e avviare una fase di crescita in contesti nuovi.

È opportuno sottolineare  che con la recente introduzione del Fit, tirocinio formativo triennale, diventare insegnante in Italia diventa attualmente ancora più complesso e gli aspiranti docenti trovano ulteriori difficoltà per ottenere il titolo post universitario tendendo in maniera incisiva verso il precariato lungo. Il Fit prevede valutazioni in itinere e finali delle competenze e delle attitudini professionali degli aspiranti docenti. Non consegna più la cosiddetta “abilitazione” e per giungere al ruolo ci saranno dei passaggi graduali articolati in un percorso di tirocinio. Il primo concorso è previsto per il 2018, poi partirà la formazione triennale.

Rivolgersi ad istituti universitari all’estero significa optare per una strada conveniente e caratterizzata da step decisamente più agevoli che concedono un risultato immediato e a tutti gli effetti riconosciuto.

Come ottenere il riconoscimento del titolo di abilitazione conseguito all’estero: Concluso il percorso abilitante, per lo studente è necessario avviare le richieste per il riconoscimento in Italia per esercitare finalmente la professione ed entrare nelle graduatorie. Le modalità non sono assolutamente complesse.     Al Miur, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e l’Autonomia Scolastica, va chiesta la ratifica dell’abilitazione all’insegnamento all’estero. Il riconoscimento può riguardare titoli conseguiti nei Paesi dell’Unione Europea o in Paesi non comunitari. La richiesta può essere inoltrata, secondo la direttiva 2005/36/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo n. 206 del 6 novembre 2007, per i seguenti ruoli:

  • docente di scuola dell’infanzia;
  • docente di scuola primaria;
  • docente di scuola secondaria di primo grado;
  • docente di scuola secondaria superiore.

Con universitaeuropa.it puoi avere accesso ai percorsi di abilitazione e grazie ad un accurato e professionale servizio di tutoraggio sarai seguito e sostenuto in tutte le fasi.

Contattaci e potrai ottenere tutte le informazioni relative al conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento in Romania e alle modalità per ottenere il riconoscimento, entrare nelle graduatorie ed iniziare finalmente ad insegnare.

Contattaci qui!

 

 

 


TFA, Conseguire l’abilitazione all’insegnamento, con noi è possibile. Iscrizioni entro il 30 giugno

Category : News

TFA, abilitazione insegnamento, situazione davvero complessa per gli aspiranti insegnanti italiani. Il percorso per entrare nelle graduatorie, ambire alla professione, sedere finalmente in cattedra dopo anni di studio, sacrifici e dubbi è pronto a cambiare totalmente. Una vera e propria rivoluzione nel panorama della scuola. Un vento di assoluto cambiamento del quale si è iniziato a parlare moltissimo dai mesi scorsi e che rappresenta uno  stravolgimento completo che in tanti temono.  A farne le spese in questo momento soprattutto migliaia e migliaia di non abilitati che aspettano di capire come muoversi.   Spaventati infatti dalle pressanti novità è quasi naturale che avvertano una sensazione di ulteriore precarietà di fronte ad assolute innovazioni nel settore, per le quali molte delle volte non si è ferrati quanto più che mai spaesati.

Dal Ministero dell’Istruzione è in elaborazione un intenso piano di cambiamento che rivoluziona il tradizionale metodo per abilitarsi all’insegnamento. Infatti per il tanto atteso TFA terzo ciclo è tempo di abolizione.

Tfa Terzo Ciclo ufficialmente non si fa: decisione del Consiglio dei Ministri

https://www.miuristruzione.com/category/tfa-terzo-ciclo/

La tanto desiderata e sudata abilitazione avverrà per il prossimo futuro con il tirocinio triennale. Conseguentemente non ci sarà più nessun TFA. Novità assoluta che lascia un po’ di amaro in bocca per coloro che speravano di essere ormai  ad un passo dalla meta.

Niente Tfa Terzo Ciclo, dal 2018 fase transitoria per 62.500 abilitati Tfa e Pas

Il TFA terzo ciclo viene formalmente sostituito dal FIT, il tirocinio triennale abilitante e retribuito cui si potrà accedere previo superamento di un concorso. Quello più vicino dovrebbe essere il concorso docenti del 2018, ma per il quale devono essere ancora chiariti tutti dettagli, quindi modalità di svolgimento e requisiti. L’abilitazione all’insegnamento, dunque, alla quale eravamo abituati, scompare, lasciando il posto ai nuovi iter per diventare insegnanti. Come già più volte anticipato, nel prossimo futuro per diventare docenti nella scuola secondaria bisognerà conseguire la laurea per poi accedere al concorso.

Sostanzialmente per diventare docenti nella scuola secondaria di I e II grado sarà indispensabile partecipare ad un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale. Successivamente i vincitori saranno avviati al percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio ed inserimento nella funzione di docente. Si tratterà di fasi differenziate tra posti comuni e posti di sostegno. Si concluderà con un periodo di formazione che consentirà poi l’accesso ai ruoli a tempo indeterminato. Ma per entrare definitivamente nel mondo dell’insegnamento occorrerà superare le valutazioni intermedie e finali del percorso formativo. Solo a questo punto i docenti potranno puntare ad un contratto triennale retribuito di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente. Insomma aria di stravolgimento epocale.

Intanto però in questi mesi c’è chi si trova in una sorta di limbo. Coloro che già puntavano ad entrare nel percorso dell’abilitazione all’insegnamento ma che improvvisamente si trovano con un nulla di fatto e anzi tante nuove difficoltà all’orizzonte. C’è infatti chi non sa come procedere e potrebbe essere vinto dal pessimismo e dall’avvilimento. Il timore di perdere mesi preziosi incombe per chi vorrebbe al più presto avere tutte le carte in regole per insegnare. Adeguarsi ad un’attesa purtroppo lunga senza riuscire a vedere finalmente le linee concrete e definite di un sogno e di una speranza mettono a dura prova.  Tempo che non si può pensare di vivere senza pensare ad una soluzione più rapida e soprattutto che offra serenità in un percorso naturalmente non così agevole di suo. E’ il tuo caso? Stai aspettando da tanto tempo di poterti finalmente abilitare e conoscere il nuovo piano previsto,   ma non vuoi e non puoi aspettare ancora a lungo? E soprattutto non intendi finire nelle complesse maglie che incastrano chi si trova con un piede tra la riforma ed un altro nel sistema tradizionale? Se non vuoi essere divorato dall’indecisione e dall’inesorabile trascorrere del tempo c’è un modo per puntare alla concretezza del tuo sogno. Puoi scoprire un modo per afferrare l’abilitazione senza attendere ancora.

Grazie ad UniversitaEuropa.IT, infatti,  c’è ancora la possibilità per abilitarsi e conseguire il tradizionale TFA. UniversitaEuropa.IT  offre un efficace servizio di tutoraggio grazie al quale sarai seguito e sostenuto nel percorso di studio e di verifica che ti consentirà di abilitarti all’estero, in Romania. L’abilitazione viene regolarmente riconosciuta nel nostro paese senza difficoltà e tu potrai avere a tua disposizione la chiave per entrare a far parte del mondo dell’insegnamento.

UniversitaEuropa.IT con validi esperti ti aprirà la porta di un sogno che hai nel cassetto! La cattedra non sarà più lontana nei tuoi pensieri, ma anzi sempre più possibile e vicina.

Ma non esitare troppo perché le iscrizioni scadono il 30 giugno!

Contattaci al più presto per avere tutte le informazioni e per usufruire  di un servizio di tutoraggio adatto alle tue esigenze.

Form contatti: link

Basta paure, basta spaventarsi e vedere davanti a sé solamente ostacoli che potrebbero sembrarti insormontabili!

Il tempo va riempito di sogni che possano essere realizzati! La concretezza e la determinazione di una scelta farà la differenza per il tuo futuro.


Termine iscrizioni corsi di laurea, TFA, master e dottorati A.A.2017-2018

Category : News

Si informano le aspiranti matricole che il termine ultimo per le iscrizioni ai corsi di laurea, ai TFA, ai master e ai dottorati di ricerca è il 30 Giugno 2017, scegliete pure il corso più adatto alle vostre esigenze nell’ampia offerta formativa di UniversitaEuropa.IT: Offerta Formativa

Il nostro team di esperti è a vostra disposizione, non esitate a contattarci per qualsiasi informazione: Pagina contatti